Acqua2
Sei in: Home » Acqua » La Rete Idrica » Il territorio servito

Il territorio servito

Il territorio servito da ASI SpA comprende quello degli 11 comuni a suo tempo riuniti nel Consorzio per l’Acquedotto del basso Piave; esso è servito con la produzione di acqua in parte proveniente da pozzi artesiani, e in parte da acque superficiali di fiumi opportunamente trattate.

In condizione di regime normale, le acque provenienti dai campi pozzo alimentano i Comuni di seguito elencati, per un totale di circa 85.000 residenti su circa 110.000 complessivamente serviti dall’Azienda: Acquedotto Destra Piave (fonte Candelù): Zenson di Piave (TV), Fossalta di Piave (VE), Musile di Piave (VE), S. Donà di Piave-parte (VE), Jesolo-parte (VE); Acquedotto Sinistra Piave (fonte Roncadelle): Noventa di Piave (VE), S. Donà di Piave-parte (VE), Cessalto (TV), Ceggia (VE), Torre di Mosto-parte (VE), Eraclea-parte (VE).

mappa dei comuni serviti

Legenda

1 Cessalto - 2 Zenson di Piave - 3 Noventa di Piave - 4 Fossalta di Piave - 5 Musile di Piave -  6 S. Donà di Piave -  7 Jesolo - 8 Eraclea - 9 Caorle - 10 Torre di Mosto - 11 Ceggia
Il resto del territorio è alimentato dagli impianti di potabilizzazione Torre Caligo di Jesolo e Boccafossa di Torre di Mosto, rispettivamente attraverso i due acquedotti del Sile e del Livenza, ed è relativo ai seguenti Comuni, considerando il regime di alimentazione estivo durante il quale sono in funzione entrambi gli impianti: Acquedotto del Sile (fonte Torre Caligo): Jesolo (VE), Eraclea-parte (VE); Acquedotto del Livenza (fonte Boccafossa): Caorle (VE), Torre di Mosto-parte (VE), Eraclea-parte (VE).

Non tutto il territorio del comune di Caorle è servito, in quanto le aree che si trovano ad Est del fiume Nicesolo sono di competenza di un altro Ente gestore. Durante il periodo invernale un solo impianto (normalmente quello di Torre Caligo) alimenta da solo il territorio dei Comuni di Jesolo, Eraclea, Caorle e Torre di Mosto, salvo la parte sopra citata proveniente dai campi pozzo.

Infine si rileva che una parte dell’acqua serve porzioni limitate del territorio di altri Comuni, non azionisti di ASI SpA, sia direttamente sia tramite fornitura ad altri Enti gestori.


Valid HTML 4.01! | Valid CSS!